Pubblicazioni

26
Set

Lo stato di indigenza non esonera il genitore dal garantire i mezzi di sussistenza ai figli

Troppe famiglie al giorno d’oggi finiscono con lo sfaldarsi definitivamente con rottura totale dei rapporti tra marito e moglie (o tra i due conviventi/compagni).

A subire le conseguenze di tutto ciò, ovviamente, sono purtroppo i figli.

La relazione incrinata, nonostante comporti l’allontanamento dalla casa familiare del padre, non esonera lo stesso a mantenere la sua ex famiglia con mezzi di sussistenza adeguati alle loro necessità.

Leggi di più

20
Set

La mancata indicazione di “prodotto surgelato” configura la frode in commercio

Mancata menzione di prodotto surgelato all’interno del menù? È frode in commercio

Attenzione quando si decide di andare a mangiare in un locale dove non si sono lette le recensioni!

Ed infatti, oltre al rischio di non mangiare bene o consumare prodotti in cattivo stato di conservazione è importante consultare attentamente il menù.

Leggi di più

13
Set

Tentato omicidio, l’intento criminoso iniziale risulta fatale per il colpevole

Tentato omicidio, per evitare la pena non basta che si sia realizzato un reato diverso per cause involontarie al soggetto agente.

Commento alla sentenza della Corte di Cassazione sez. I pen. N. 39749/2017

Ai fini della configurazione del tentato omicidio, non conta se l’attività delittuosa non venga portata a compimento per impossibilità materiale o, sul piano soggettivo, per un’impossibilità esecutiva ritenuta erroneamente dal soggetto.

Leggi di più

4
Set

Furto al supermercato: quando lo stato di necessità salva il reo

Gli episodi di taccheggio nei supermercati sono all’ordine del giorno.

Rubare degli alimenti, infatti, è uno dei passatempi preferiti dei giovanissimi criminali, desiderosi di provare l’ebbrezza e l’adrenalina di compiere qualcosa di illecito.

Ebbene, al di là di questi soggetti, a cui va applicato un regime sanzionatorio a sé e meno severo in virtù della minore età, essere sorpresi dagli addetti alla sicurezza o essere inchiodati dal sistema di videosorveglianza dei supermercati è da considerarsi reato ai sensi dell’art. 624 c.p.

Leggi di più