Diritto penale

26
Ott

Il reato di danneggiamento, come difendersi tra depenalizzazione e non. Cosa rimane di penalmente illecito

Il reato di danneggiamento, previsto e punito all’art. 635 c.p., è stato oggetto qualche anno fa di un consistente intervento legislativo ( L. 7/2016) che è andato a modificare molti articoli del nostro codice penale, espletando un’effettiva depenalizzazione di diverse fattispecie. Come potersi difendere? Il reato in questione è rientrato nei piani del legislatore che ha sostanzialmente eliminato la fattispecie

Leggi di più

4
Ott

Corruzione, il focus

Quante volte nella nostra vita abbiamo sentito la parola corruzione? Quante volte l’abbiamo letta in qualche testata giornalistica o l’abbiamo sentita in qualche telegiornale? Il reato di corruzione, previsto all’art. 318 e ss. c.p., ha avuto risvolti molto importanti nella storia del nostro ordinamento, si pensi al fenomeno di tangentopoli, anche conosciuto come “mani pulite”, che dilagò nei primi anni

Leggi di più

19
Set

Il procurato allarme: cos’è e cosa si rischia

L’articolo 658 del codice penale cita testualmente che è punito con l’arresto fino a 6 mesi e con l’ammenda da € 10 a € 516 “chiunque, annunziando disastri, infortuni o pericoli inesistenti, suscita allarme presso l’Autorità, o presso enti o persone che esercitano un pubblico servizio” . La contravvenzione citata, quindi, persegue ogniqualvolta l’autore in situazioni molto caotiche (si pensi

Leggi di più

22
Lug

Focus sul codice rosso: cosa cambia per le donne vittime di violenza

Il codice rosso è legge. Il Senato della Repubblica approva con 197 sì e 47 astenuti la legge che prevede sostanziali novità contro la violenza sulle donne, inasprisce le pene di alcuni reati e ne introduce di nuovi. Andiamo a vedere di cosa si tratta: Innanzitutto le novità dal punto di vista procedurale: indagini più celeri e comunicazione notizia di

Leggi di più