A chi non è capitato di fare un picnic fuori porta o, visto il periodo, di andare a mare organizzandosi il pranzo da casa o ancora, per chi è amante della pesca subacquea, portarsi l’attrezzatura per pescare qualcosa?

Per casi di questo tipo l’utilizzo di un coltello da cucina è sicuramente scontato.

Ebbene, non sempre portarsi con sé l’oggetto menzionato è consigliabile, vediamo il perché.

Infatti, l’art. 4 della l. 110/1975 proibisce il possesso di un’arma fuori dalla propria abitazione quando non vi è un giustificato motivo.

Il contravventore potrà essere punito con l’arresto da sei mesi a due anni e con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. La pena è aumentata se avviene in contesti sportivi, se il fatto avviene in riunioni pubbliche da persone munite di licenza e ulteriormente se la persona è sprovvista della stessa.

Il fatto è di lieve entità e punibile con la sola pena dell’ammenda se il porto riguarda solo oggetti atti ad offendere.

Per armi si intendono “armi, mazze ferrate o bastoni ferrati, sfollagente, noccoliere storditori elettrici e altri apparecchi analoghi in grado di erogare una elettrocuzione. Senza giustificato motivo, non possono portarsi, fuori della propria abitazione o delle appartenenze di essa, bastoni muniti di puntale acuminato, strumenti da punta o da taglio atti ad offendere, mazze, tubi, catene, fionde, bulloni, sfere metalliche, nonché qualsiasi altro strumento non considerato espressamente come arma da punta o da taglio”, (stando quindi a quanto dice l’articolo 4).

Pertanto, anche il solo possesso di un coltello da cucina (con lama a punta o da taglio) può costituire un problema per il soggetto che viene intercettato dalle forze dell’ordine.

Ed invero, con una mera perquisizione effettuata dalle forze dell’ordine per la ricerca di armi risultata positiva il soggetto potrebbe essere costretto a cercarsi un avvocato per affrontare il procedimento penale.

Quindi non è più possibile organizzarsi gite fuori porta con pranzo a sacco? Assolutamente no, la legge è molto chiara in questo ambito e specifica che il possesso dell’arma solo in assenza di giustificato motivo potrebbe comportare delle conseguenze spiacevoli di natura penale.

Pertanto, è sempre opportuno per una giusta conoscenza evitare quanto più possibile di uscire di casa in possesso di un’arma, nel caso contrario avere l’idonea giustificazione per evitare l’irrogazione del procedimento penale.

Per maggiori informazioni non esitare a contattarmi ai numeri indicati nel sito!

Scrivi un commento