Riprendendo integralmente quanto già scritto nell’articolo del 28 novembre 2017 all’indirizzo http://www.avvgabrieleleone.it/2017/11/28/furto-di-energia-elettrica-come-si-puo-essere-scagionati/ a cui si rimanda, occorre dare degli ulteriori approfondimenti per coloro che si dovessero trovare nella sfortunata situazione di un contatore manomesso.

Come già molti hanno appreso, negli ultimi tempi l’Enel sta effettuando il cambio dei contatori vecchi per sostituirli con quelli di ultima generazione.

La prassi è avvisare gli utenti dello stabile di ogni condominio o di ogni casa con un foglio attaccato al portone dello/a stesso/a che “giorno X si procederà al cambio del contatore e che non è necessario la presenza dell’intestatario della fornitura”.

Ebbene, pur non essendo presenti, i tecnici dell’Enel, a vostra insaputa, al momento dell’accesso alla zona dei contatori procederanno anche ad una prima verifica della lettura dei consumi. In altre parole, con uno strumento a loro in dotazione, effettueranno un’interrogazione tecnica al vostro contatore per capire se la lettura dei consumi sia regolare.

Nel caso in cui risulti un’anomalia nella lettura, procederanno ugualmente alla sostituzione e, solo successivamente, invieranno una missiva per dare la possibilità all’intestatario della fornitura di presenziare e farlo partecipare (in quanto la comunicazione è obbligatoria per legge) alla verifica sul contatore sostituito.

In tale sede, verificheranno l’effettiva presenza di una manomissione, ma anche se la stessa incide e quanto sui consumi pregressi. Pertanto, evidenziato il momento di picco in negativo da cui l’Enel farà partire il momento di possibile manomissione verrà effettuato un calcolo matematico di quanto effettivamente l’utente ha evaso.

In casi come questi sarà (obbligatoriamente) necessaria l’assistenza di un legale.

Cose da sapere ed utili per situazioni di questo tipo: avere beneficiato di un contatore manomesso non significa che l’intestatario della fornitura è responsabile del fatto commesso.

Ed invero, vi sono “scappatoie” per poterlo dimostrare, sia per la richiesta del recupero del credito a cui l’Enel o chi per lei vorrà richiedere, sia principalmente dal punto di vista penale per evitare una possibile condanna.

Appare assolutamente logico che non esiste una strategia difensiva uguale per tutti, ma occorre valutare caso per caso come muoversi per tutelare al meglio i propri diritti.

Per maggiori informazioni contattate lo studio legale per una consulenza gratuita in merito!

16 Commenti

  1. Marco-Reply
    2 Giugno 2019 at 8:28

    Il cambio contatore è obbligatorio? Posso rifiutare di farlo?

    • Avv. Gabriele Leone-Reply
      2 Giugno 2019 at 11:38

      Salve, la sostituzione avverrà automaticamente per il cambio del contatore.

  2. Lucio-Reply
    13 Giugno 2019 at 8:20

    Buongiorno, ma come fa enel a scoprire eventuale manomissione del contatore,se nel momento del cambio dello stesso,il tecnico non rileva anomalie? Grazie

    • Avv. Gabriele Leone-Reply
      13 Giugno 2019 at 14:42

      Salve, non per forza è il tecnico a rilevarlo. Lui si occupa solo del cambio. Per maggiori informazioni contatti il numero dello studio per saperne di più!

  3. Antonio-Reply
    24 Giugno 2019 at 11:26

    Buongiorno,una cosa non mi è chiara, il tecnico al cambio contatore, effettua solo il cambio,o controlla eventuali manomissioni? I contatori sotituiti,vengono poi controllati in sede Enel? Se la manomissione eventuale è precedente alla scoperta della stessa,esempio 2010, enel riparte dallo storico dal 2010 o dal momento che si accorge della manomissione?..

    • Avv. Gabriele Leone-Reply
      24 Giugno 2019 at 18:14

      Salve, già al momento del primo controllo i tecnici dell’Enel potrebbero rilevare la manomissione, maggiori verifiche verranno fatte in una seconda prova con l’intestatario della fornitura. Per il conteggio dei consumi verrà effettuato successivamente dall’ufficio commerciale prendendo come base di partenza il momento della possibile manomissione. Per maggiori informazioni si prega di contattare il numero indicato nel sito. Grazie

  4. francesco sotero-Reply
    21 Ottobre 2019 at 13:35

    ma l enel non puo fare altro che farti pagare solo gli ultimi 5 anni

    • Avv. Gabriele Leone-Reply
      21 Ottobre 2019 at 17:07

      Mi contatti per avere maggiori informazioni e per la sua consulenza gratuita!

  5. Roberto-Reply
    18 Gennaio 2020 at 20:15

    Buonasera, ho acquistato alla fine mese di dicembre 2018 un appartamento dove vi era già presente un contatore Enel ma disattivato. Faccio richiesta a Sorgenia per un nuovo contratto che mi viene attivato il 21 gennaio 2019 contestualmente al montaggio del nuovo modello Open meter da parte di e-distribuzione. Adesso mi è arrivata una raccomandata da e-distribuzione che mi invita ad assistere presso il loro locali alla verifica del vecchio contatore smontato il 21 gennaio 2019. Come devo comportarmi visto che non ho mai avuti rapporti con l’enel e che riguarda probabilmente il vecchio utente. Grazie.

    • Avv. Gabriele Leone-Reply
      20 Gennaio 2020 at 16:07

      Le conviene rilevare, in sede di verifica, che il vecchio contatore non è stato mai intestato a Lei, ma al precedente inquilino dell’immobile. In tal senso Enel potrà effettuare le proprie verifiche di ricostruzione dei consumi tenendo in considerazione il precedente intestatario. Per maggiori informazioni non esiti a contattarmi

  6. Samuele-Reply
    15 Maggio 2020 at 19:54

    Salve avvocato,

    Ho letto il suo articolo e vorrei chiedere un consiglio su come comportarmi per la situazione in cui mi trovo. Sono uno studente fuori sede e ho preso un appartamento in affitto a Torino, dopo un mese il vecchi inquilino che aveva le utenze intestate ha lasciato l’alloggio, e io avrei dovuto volturare i suoi contratti, ma a causa del coronavirus la cosa ha subito dei ritardi. Oggi dopo uno sblocco della situazione di emergenza ho proceduto alle richieste, ma ho scoperto tramite italgas che non esiste alcuna fornitura di gas dal 2009 nonostante il gas sia normalmente disponibile, il centralinista mi ha suggerito che la causa sia una manomissione del contatore. Come posso tutelarmi in questa situazione?

    • Avv. Gabriele Leone-Reply
      18 Maggio 2020 at 17:29

      Salve, la soluzione più idonea è fare una segnalazione alla società del gas affinché facciano delle verifiche sul contatore e se dovessero riscontrare una manomissione saranno loro stessi ad intervenire nei confronti dell’intestatario della fornitura. Per maggiori informazioni non esiti a contattarmi

  7. anto-Reply
    19 Agosto 2020 at 12:24

    Avv. buongiorno, ho affittato un negozio con regolare contratto appena registrato, ma il tecnico che deve apportare modifiche si è accorto che il contatore è manomesso. tra poco devo fare la voltura. come mi comporto? faccio la denuncia e contatto l’enel?

    • Avv. Gabriele Leone-Reply
      19 Agosto 2020 at 13:09

      Salve, non è necessario. Sarà lo stesso fornitore che contatterà il precedente intestatario per accertarsi che vi sia effettivamente manomissione

  8. Francesco-Reply
    8 Settembre 2020 at 10:12

    Avv. Buongiorno..il primo settembre 2020, è venuto il tecnico per sostituire i contatori di tutti i condomini.. uno soltanto però non l’ha sostituito,”è inattivo”.. ma in quell’appartamento ci abitano ( e consumano) da sempre solo i legittimi assegnatari, ha riscontrato pure un contatore attivo ma non collegato all’utenza e in definitiva, ci ha detto di aver notato delle “irregolarità”… diciamo che qualcosa lo avevamo notato in quanto i consumi condominiali, da un anno circa sono balzati alle stelle pur stessi apparecchi collegati (autoclave citofono e luce scale) mi chiedo, dovessero riscontrare “anomalie”, i singoli condomini.. che responsabilità hanno o come tutelarsi?.. Grazie

    • Avv. Gabriele Leone-Reply
      8 Settembre 2020 at 10:34

      Salve, bisogna aspettare la verifica sul contatore per capire come tutelarsi, se riscontrano dei prelievi irregolari è necessario avviare una tutela legale

Scrivi un commento