Quante volte è capitato di dover uscire con il proprio mezzo di locomozione dal proprio garage/cancello/saracinesca e ci si trova impossibilitati poiché si trova piazzata davanti proprio la vostra via d’uscita un’altra macchina che ostruisce il passaggio? Miliardi di volte, no?

Ebbene, il “simpatico automobilista”, che decide autonomamente di lasciare lì il proprio autoveicolo e di andarsene a zonzo senza lasciare alcun recapito e causando a voi notevoli malumori, potrà essere passibile di una querela per violenza privata.

L’art. 610 del codice penale sanziona al comma 1 ” chiunque, con violenza o minaccia, costringe altri a fare, tollerare od omettere qualche cosa è punito con la reclusione fino a quattro anni.

Ebbene, impedire di uscire dal proprio garage è, secondo dottrina e giurisprudenza, un’azione violenta e costrittiva in quanto il soggetto passivo sarà tenuto a tollerare un qualcosa che non può modificare in alcun modo.

Ed inoltre, chi pensa che la scappatoia possa essere l’assenza di un passo carrabile davanti la via d’uscita si sbaglia notevolmente.

Ed invero, in tale fattispecie, è pur vero che il soggetto non sarà passibile di una multa da parte dei vigili urbani proprio perché il codice della strada nulla dice al riguardo, ma, allo stesso tempo, rischia (molto di più) con una possibile denuncia/querela per violenza privata.

Peraltro, la stessa Suprema Corte di Cassazione, anche a Sezioni Unite, è concorde nel ritenere che ” integra il reato di violenza privata, di cui all’art. 610 c.p., la condotta di colui che, avendo parcheggiato l’auto in maniera da ostruire l’ingresso al garage condominiale, si rifiuti di rimuoverla nonostante la richiesta della persona offesa” (Cass. Pen., Sez. Un., sent. n° 603/2011 e 21776/2006).

Ed invero, la questione è stata ampiamente spiegata dalla Corte ribadendo il principio secondo il quale il requisito della “violenza” si identifica con qualsiasi mezzo idoneo a privare coattivamente l’offeso della libertà di determinazione e azione”.

Pertanto, è consigliabile a questi automobilisti che decidono di lasciare lì il veicolo senza alcuna indicazione di apporre quantomeno un foglio con un numero di telefono per poter “accorrere” molto velocemente nel caso di necessario ed immediato spostamento del proprio mezzo onde evitare conseguenze ben più gravi da discutere dinanzi ad un giudice penale.

2 Commenti

  1. Mariana-Reply
    16 Luglio 2019 at 13:22

    Salve chiedo cortesemente un parare riguardo la mia situazione un po’ insolita ma purtroppo non sappiamo come risolvere. Abbiamo comprato casa da 3 anni e fin’ora non ho potuto usufruire del mio garage, xche davanti a questo c’è un piccolo pezzo di prato di una signora (che non è adiacente con la sua abitazione e non lo usa personalmente perché non ha l’auto). Li Abbiamo chiesto se è disposta a venderci questo pezzo, e ci ha risposto di no. Fatto sta che davanti al mio garage parcheggia chiunque non trovi parcheggio, per andare al bar a fare spesa oppure a fare un giro, impedendomi ingresso o l’uscita. In Comune purtroppo mi hanno detto che non possono fare niente, neanche chiamare il vigile xche essendo il prato privato loro non possono fare niente. Come mi devo comportare? Grazie.

    • Avv. Gabriele Leone-Reply
      16 Luglio 2019 at 17:20

      Gentile Signora, teoricamente ci sarebbero le basi per una denuncia, ma meglio approfondire la questione in studio con una consulenza apposita, mi contatti al numero indicato nel sito. Grazie

Scrivi un commento